Home > Uncategorized > RS900 – La proposta per lo skiff femminile olimpico di RS

RS900 – La proposta per lo skiff femminile olimpico di RS

Foto RS900

RS900

A seguito della decisione finale dell’ISAF di inserire tra gli eventi  olimpici per il 2016 anche lo skiff femminile, la RS Sailing  è orgogliosa di presentare l’RS900, la nuova barca di RS disegnata appositamente per partecipare alle selezioni e concorrere per questo ruolo.  Sarà compito dell’Evaluation Team  poi valutare se tutti i requisiti saranno soddisfatti.

L’RS900  sarà una barca interamente nuova basata sui concetti già sviluppati con l’RS800, uno scafo simile con piano di coperta, terrazze ed albero totalmente ridisegnati.  la seguito, l’RS900 è destinato ad entrare in produzione solo se effettivamente scelto quale barca olimpica.

I test in acqua del primo prototipo sono stati estremamente soddisfacenti,  con delle performance molto simili a quelle del ben conosciuto 49er pur essendo il 900 adatto  al range di peso indicato dall’ISAF quale target per un equipaggio femminile.

La RS Sailing è una delle poche aziende del settore che ha le carte in regola per poter passare in poco tempo del design alla produzione in grande serie di un one-design  da regata; inoltre grazie alla sua rete di rivenditori internazionale  può garantire all’ISAF di essere un valido partner per il lancio di una nuova specialità sulla quale si ripongono molte speranze mediatiche.

“ Questo è un progetto molto importante per noi, che affronteremo molto seriamente”  sono le parole di Martin Wadhams, Managing Director della RS Sailing. “ Serve una grande barca per poter rendere giustizia all’evento olimpico e alla nuova generazione di regatanti donne.  Inoltre ci vorranno dedizione e devozione per garantire alla barca la diffusione necessaria, lavorando spalla a spalla con l’ISAF e definendo assieme le strategie  nel caso si passino le selezioni. Siamo qua per questo”

Nick Peters, il responsabile dello sviluppo in RS Sailing, commenta: “ Abbiamo imparato moltissimo dai trials sullo skiff femminile a Hyeres 4 anni fa.  Allora, l’RS800  fu probabilmente la barca che più si avvicinava a quello che il nuovo skiff olimpico  femminile dovrebbe essere,  ma ci rendemmo conto che la barca definitiva doveva alzare ancora l’asticella.  Serviva uno scafo ancora più veloce, reattivo e impegnativo da portare, che permettesse di raggiungere le emozioni cercate dai concorrenti e dal pubblico.  I primi test svolti con il nuovo RS900 ci hanno fatto capire che il nostro obiettivo è stato raggiunto.  Ora resta solo da vedere – una volta definite – che tutte le caratteristiche chiave richieste collimino con quelle da noi sviluppate,  permettendoci così  di valutare gli investimenti necessari  per competere alle selezioni e rifinire la barca per il ruolo che le viene richiesto.”

Nella foto  si può vedere lo stato attuale del prototipo, le cui specifiche sono tuttavia ancora soggette a variazioni.  ulteriori dettagli tecnici saranno oggetto di futuri comunicati stampa manmano che lo sviluppo prosegue.

Categories: Uncategorized Tags:
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.